Ora piango



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


la maglia

Ho già cambiato vita una volta. Due volte. Tre volte.
Cambi paese, lavoro, amori.
Vai avanti.

Le vite, però, non finiscono. Rimangono li, a farti da paesaggio, da materasso.
Da trampolino elastico.
Tutto quello che sei stata rimane dentro di te, e ti rende sempre più poliedrica.
Tutto quello che hai vissuto si piega come un origami che fiorisce sempre di nuove forme. Come un frattale, ma irregolare per gli alti e bassi, le tristezze, gli stagli di felicità, le pianure.

normal_how-to-make-an-american-quilt_177

Ogni volta che cambi vita devi stare attenta a chiudere per bene i punti di quella prima, perché non rimanga aperta a guardarti.
Sai, come quando fai la maglia.
Va chiusa.

Non sono stata molto brava fra seconda e terza, fra Parigi e L’Italia, e adesso le sto chiudendo entrambe insieme. Non ero pronta, galleggiavo sulle mie delusioni. Non è bello essere trattati male, non è bello essere scartati. Ci ho messo molto di più di quello che avevo previsto, mi è costato moltissima fatica. Molti errori. Moltissimi soldi.

Adesso cammino per le strade di Parigi fra un appuntamento e l’altro e la mia maglia si allunga e si allunga, diventa sempre più stretta. Da coperta bagnata che mi pesava addosso è diventata stretta come una sciarpa, e leggera. I punti diminuiscono sempre più velocemente, via via che li chiudo.

È un sollievo aereo e pesante.
Piano piano sento i piedi alleggerirsi. Ogni volta che chiudo un conto in banca, vendo un oggetto ingombrante, chiudo un contratto.
Mi gratta la nuca, come se delle alette stessero per spuntare, piccole come denti. Ma forti e divertenti. Ridacchiano, le sento sottopelle e mi fanno il solletico.

Non puoi mai veramente ricominciare a cuor sereno se non hai chiuso tutto. Ma tutto tutto, facendo bene i nodini perché i punti della tua maglia non si aprano più. Chiudo ogni nodino con precisione certosina. Maniacale. Stai li e rimanici!

Il Loff è in vendita, preghiamo il Dio del Real Estate perché io possa liberarmene presto.
Lo vendo ammobiliato, ha persino l’asciugatrice. Vuotarlo e vendere tutti gli elettrodomestici sarebbe faticosissimo, quindi beato l’acquirente che si ritroverà la casa pronta all’uso.

E io volerò via dal velux sul tetto.



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


Paris

Sono arrivata in città da due giorni, per cose varie da sbrigare.

Questa città mi ha ospitata per dodici anni.
Mi ci sono laureata, ho avuto il mio primo appartamento da ragazza alla pari da sola, sono stata fidazata con un francese per tre anni, poi ho conosciuto il mio adesso ex marito e abbiamo continuato la nostra vita insieme. Ho vissuto in 7 appartamenti diversi, 7 quartieri diversi.
Ho lavorato in non so quanti studi di architettura, poi nell’ingegneria.

Ho portato la mia vespa. Parigi in Vespa è spettacolare.

Tornare a Parigi senza casa e senza Vespa è strano. Anzi diciamolo: brutto.
Vedere il mio Loff con gli oggetti di un’altra persona pure è strano.
Ma ormai la mia vita è altrove e lo voglio vendere. Via, via, via tutto.

Oggi è lunedì e mi farò l’abbonamento settimanale della metro.
Appena arrivata ho rifatto un abbonamento con millemega di internet per l’iphone.
Paris, maintenant c’est à nous deux <3
Pranzerò con amici ed ex colleghi, farò il pieno di Marais, Canal St Martin, Saint Paul.
Mangerò in tutti i miei posticini preferiti, visiterò quei due musei piccoli che adoro.
E si, vi racconterò alcune cose carine da fare qui.

Parigi è bella tutto l’anno, ma oggi, mannaggia, piove.
Da dove credete che mi sia venuta la fissa del trench?
Di trench per donna ho parlato qui, e di trench per uomo, qui ;-)

trenchParis

Io oggi pomeriggio ho come obiettivo trovare il basco giusto per la mia testolina.
Stay tuned.



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


Un lugar en el mundo

Lo sapete, grossomodo, che sono matta.
C’è anche chi dice che sono una sfigata disperata. E anche loro hanno ragione: sono stata depressa e sfigata molte volte.
Ma sono matta al punto di aver vissuto dentro un furgone con le posate d’argento, matta per aver creduto e lottato perché la mia idea di Stiletto Academy potesse arrivare a diventare il mio lavoro principale, matta da viaggiare da sola nella giungla tailandese.

Il soggiorno in Argentina mi è piaciuto moltissimo.
Non ci tornavo da 14 anni.

Il paesino dell’infanzia, per quasi tutti, ha un richiamo ancestrale. È il TUO posto.
Io non sono da meno, tornare è come subire una sorta di reset generale, di testa e di corpo.
L’odore degli espinillos a primavera, che ti scaraventano, in un respiro, 34 anni indietro: tu bambina che esplori la macchia col cane, ed ogni cosa torna al suo posto. La luce, quella luce particolare con il sole che s’inclina poco e che ti scalda in quel modo, anche d’inverno. Il sole che ti ha nutrita.

La gente del paese, che se vai dal dottore prima ti deve raccontare un sacco di cose, e poi tu gli devi raccontare un sacco di cose, e poi va a finire che andando via ti ricordi che ci eri andata per il torcicollo e non ti aveva fatto la visita.
La gente per strada che ti riconosce, il bar che è sempre lo stesso, il lago che diventa sempre più bello, i percorsi noti, le abitudini, le cose semplici come un asado per il tuo compleanno, in jeans. L’alimentari dove prendevi il gelato (ogni morte di papa) quando avevi 4 anni. La gente che ti chiama per nome, ovunque tu vada.

Chiamateli, se volete, lussi.

Ero già entrata in questo mood a Lucca quest’inverno: avevo i miei posti, dove appena arrivata mi versavano un bicchiere di rosso, dove il direttore del Monte dei Paschi mi trovava la mattina a colazione da Tessieri e mi offriva il caffè. Dove trovavo un bigliettino della Boja che era accanto dal taddeucci e ci pigliavo qualcosa prima di tornare di la e che mi facesso il panino alla salsiccia.

Atmosfere umane. È bello.

E poi mi sono innamorata. Innamorarsi da vecchi bacucchi quasi quarantenni è diverso. Vai sia molto veloce che molto piano. Sai già che non sarà eterno, sai già che l’altro ha tanti difetti, sai già che le persone non cambiano. Sai già che litigherete, ma sai anche che vi sosterrete a vicenda.
Ma sai soprattutto che se ti capita di innamorarti e che la cosa è reciproca e con la stessa intensità, non puoi fare altro che viverlo, con tutta la passione che hai, finché ce ne sarà.

stivali

Ora, “vivere” sulla Sierra sarebbe un eufemismo, io mi attiverei come una dannata a fare progetti. In Argentina è un po’ il far west, puoi intraprendere e fare cose che in Europa non potresti mai fare. E quella è una libertà fantastica.

È anche vero che io la mia Stiletto Academy non la lascio, né la Spora, né niente di ciò che ho creato.
Il mio lavoro con i workshop di Stiletto Academy si concentra a settembre-ottobre, e da aprile a giugno. Cinque mesi in totale, forse meno se concentro il Tour primaverile. Il resto dell’anno organizzo, faccio riunioni, invio proposte. Ma sono cose che posso fare anche dal Giappone o dalla Tailandia.

O dall’Argentina.

Vedete già dove voglio arrivare, vero?

Appena trovo un inquilino per il Loff a Parigi, riparto per la Sierra e torno a febbraio.
Se trovo chi me lo compra, ancora meglio.
Il Tour Italiano di Stiletto Academy per il 2015 è in piena organizzazione sia per il partenariato con una catena di hotel che per gli accordi con gli sponsor, e ne sono molto felice. Il mio obiettivo è fare 10 date, staremo a vedere se ce la facciamo a farne così tante. Sarebbe molto bello.

Farò una vita bipolare, in due emisferi: La Sierra con calma e introspezione, e poi il delirio di Milano con Tour ed eventi in giro sulle frecce. Mi piace questa dualità, mi stimola moltissimo.

Intanto, per la Sierra, mi sono già fatta venire un’ideuzza molto semplice e molto matta per divertirmi e muovere il culo, dato che il mese di gennaio laggiù è piena stagione estiva e ti danno tutti i permessi che vuoi per intraprendere. TUTTI, queli la non sanno manco cosa sia un REC, diomio.
Indovinate, su. E siate anche propositivi, che magari mi date altre ideuzze.

bici

Si, mi porto il mio Kitchen Aid in valigia.

A proposito: il mio Kitchen Aid ha il contenitore in vetro e ho paura che si rompa durante il viaggio, qualcuna vuol fare a cambio con quello in acciaio? Grazie!



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


FAQ sulla Licenza Stiletto Academy

Lo scambio di commenti di ieri con un ragazzo che si faceva passare per Francesca, cosa che supponevo, mi ha fatto scrivere questo post. Ho voluto risponderle/gli lo stesso nei commenti perché le domande portano a specificare molte cose. Il ragazzo-Francesca mi ha anche perculata in lungo e in largo in parallelo in un Forum insieme ad altre decine di persone delle quali conosco nomi e cognomi (è abbastanza patetico, ma si può?) mentre io mi impegnavo a rispondergli di qua.

Perculare a suon -anche- di insulti, è un hobby. Molta gente si diverte a prendere in giro altra gente che, invece di stare nei forum, lavora come me. La base è sempre la stessa: il mio non è un vero lavoro e io sono una pazza sfigata. A me la cosa diverte molto perché passano le ore a parlare di me e mi portano visite al blog. Ma, si sa, ognuno si diverte come vuole. Io, intanto, fatturo e Stiletto Academy esce sui giornali regolarmente. Posso ridere un po’ anche io? Dai, rido anch’io. Ridiamo tutti :-)

Be’, lo scambio mi è servito comunque a capire che servono delle precisazioni su come funzionerà la licenza. È simile a un franchising, ma il franchising lascia orfani i negozi, mentre con Stiletto Academy voglio formare una squadra, e che ognuna abbia piena libertà di organizzarsi e di scegliere le proprie tariffe senza che io abbia voce in capitolo.

Official Coach

FAQ

A) Quanto costa la licenza? La licenza ed il corso costeranno intorno ai 1500€. Ossia Corso + Licenza. Il che vuol dire che dentro i 1500 ci sono i mio corso, vitto e alloggio nell’hotel, e il diritto di organizzare dei corsi pubblici o privati, con sponsor o a pagamento, sotto il brand Stiletto Academy e promozionate dai canali Stiletto Academy per un anno. Non è come fare un corso di wedding planner e poi lavorare per conto proprio. Ognuna sarà presente sul sito come Coach ufficiale, e anche tutti gli eventi che mi comunicherà. Nella licenza sarà compreso il kit, su riserva che io riesca ad avere valigia e contenuto offerti in cobranding, altrimenti cercherò di comporlo con elementi di qualità e a costi abordabili per le Coach. Il kit non sarà obbligatorio, ma molte cose servono per svolgere i corsi, come per esempio le mini casse, mixer e microfono: spesso le location non ne hanno, o hanno il microfono a gelato che rende il corso difficile perché avrete bisogno delle mani libere. Idem per il mini video-proiettore. Sono cose utili e, in quanto mini, molto facili da trasportare. Tutto qua. Il fatto di avere tutte quante una valigia e un tubino rosso serve ad uniformare e rendere riconoscibili le coach, mantenendo un’omogeneità di stile.
Chiederò aiuto ad Anna Venere per consigliarvi il modello di tubino che più si adatti alle vostre forme, dato che siamo tutte diverse.

B) Cosa prevede la Licenza? La licenza avrà la durata di 1 anno, e potrà essere o non essere rinnovata. Per il rinnovo le ragazze che già hanno partecipato al mio primo corso dovranno fare solo il corso di aggiornamento che sarà più breve, e la licenza costerà molto meno. La presenza all’aggiornamento servirà anche da incontro per tutte con le nuove aspiranti coach, per scambiare opinioni e sciogliere dubbi. Chi non vuole rinnovare la Licenza può ritirarsi e riprenderla qualche anno dopo, oppure no. Chi non può venire al corso di aggiornamento per motivi di forza maggiore, dovrà cercare di partecipare ad un altro, o vedremo insieme come risolvere. Avere una licenza non è un obbligo, è un vantaggio. Lavorerete autonomamente sotto l’ala ed il prestigio acquisiti negli anni da Stiletto Academy, e con il mio metodo di insegnamento. Se questa cosa non vi interessa, non leggete oltre.

C) La clausola di non concorrenza ha una durata di 20 anni. Se non precisato in un contratto, le clausole di non concorrenza hanno un valore legale di 5 anni. Se invece lo precisi in modo che le due parti siano d’accordo e firmino, gli dai la durata che vuoi. Questo non vuol dire che una ragazza che ha avuto la licenza per 3 anni debba continuare a pagarla anche se non vuole più far parte di Stiletto Academy: questo vuol dire soltanto che non potrà, per 20 anni, aprire una scuola di portamento o fare dei corsi come i miei. Se volete mettervi in proprio per i corsi di tacchi, questa Licenza non fa per voi. Se volete prendere la Licenza ed imparare tutto da me per poi farmi concorrenza, non è possibile. Ecco a cosa serve la clausola.
Il mio lavoro è speciale e l’ho inventato io, nella forma che ha, e Stiletto Academy è riconosciuta a livello nazionale da tutte le testate giornalistiche.

D) Quanto può guadagnare una coach? Io fatturo 1500€ a workshop, che dura circa 3 ore. Ovviamente non guadagno 500€/h, dato che per arrivare a fare un workshop c’è tutta l’organizzazione dietro fatta di riunioni, proposte, adattamenti, compromessi, scelte di product placement, creatività. A volte, però, mi viene chiesto il workshop, ci sentiamo per telefono per mettere a posto i dettagli, fissiamo la data e poi lo si fa. Fine.
L’organizzazione di un workshop varia molto a seconda dei casi. Se mi chiedono più date, io abbasso i prezzi. Starà a voi regolarvi nelle negoziazioni, e vi insegnerò a farlo.
Quando invece organizzo un evento con più sponsor, ognuno decide come partecipare economicamente o con cose utili (il capitolo partner tecnici è molto utile) dato che nello sponsor kit, per ogni tour, ci sono tariffe diverse. Ho fatto anni di corsi che avevano soltanto sponsor tecnici, ma mi hanno fatta arrivare fin qui, quindi sono stati davvero utili. Voi non dovrete fare la gavetta che ho fatto io, dato che Stiletto Academy è già conosciuta. Ecco anche a cosa serve avere la Licenza.
Una coach avrà piena libertà di fatturare quanto ritiene necessario, e, oltre ad avere un cachet fisso per eventi a chiamata, può decidere di organizzare eventi per conto proprio con sponsor o vendita di biglietti, oppure gratuiti per farsi conoscere come ho fatto io. Esistono anche i corsi personali con delle tariffe pubbliche sul sito. Ogni coach potrà decidere se fatturare lo stesso, di più o di meno. Ho suggerito  500€ a workshop in modo indicativo, dato che saranno principianti, ma le loro tariffe non mi concernono perché avendo la Licenza devono soltanto rispettare la filosofia Stiletto Academy, non le mie tariffe. Se una coach fattura come me o più di me, può benissimo farlo.
Ecco perché non voglio azzardare che Stiletto Academy possa diventare un lavoro che vi dia da mangiare: dipende da voi, e dal mercato che c’è nella vostra regione o nelle regioni nelle quali lavorerete (se la regione è piccola sarà meglio averne due). Le realtà sono tante, le donne sono tantissime, basta raggiungerle. Le tipologie di corso sono molte, e ve le spiegherò tutte durante il corso.

E) Perché è meglio saper usare dei programmi di grafica? Per gestire locandine, flyer e inviti. Stiletto Academy vi darà dei template con le illustrazioni fatte appositamente dalla Sara, per promuovere i vostri corsi rispettando il layout ufficiale, ma voi dovrete riempire con le info che cambiano volta per volta. Credo che farò un piccolo modulo di corso per imparare a gestire anche quello, così non ci sono problemi. Avrete anche il layout per il biglietto da visita. Spesso i giornali locali chiedono foto o immagini da pubblicare nei trafiletti. Durante il corso vi verranno scattate delle foto da poter usare con la stampa, è sempre molto utile.  I corsi Stiletto Academy sono benvoluti dalla stampa, quindi è bello interagire con loro. Vi insegnerò anche come comunicare, come promuovere le attività e come relazionarvi con la stampa in fase di promo per avere più chances che ne venga fatto un trafiletto.

Il mio corso vi insegnerà delle cose che possono servirvi anche per altre tipologie di eventi anche se non rinnovate la licenza: organizzazione, comunicazione e gestione degli sponsor, relazioni con la stampa, promozione, product placement, personal branding.

F) Che vuol dire partecipare ad iniziative con gli sponsor ufficiali Stiletto Academy?
Il mio Tour ha degli sponsor paganti, e le date vengono distribuite su tutto il territorio nazionale. Se uno sponsor ha piacere a fare di più delle date del Tour, io proporrò le coach per iniziative locali o nazionali tutte insieme, e i compensi verranno trattati volta per volta. Altre volte, invece, posso avere un partner tecnico che ci rifornisce gratis di (sparo a caso) calze, trucchi, cremine o quant’altro. In quel caso, se il partner tecnico e voi siete d’acordo, li riceverete a casa e Stiletto Academy comunicherà nei suoi canali il partenariato con delle foto mie e vostre. Di solito questi partenariati si fanno per cose utili. Le possibilità con gli sponsor sono molte e vengono studiate da me e dall’agenzia dello sponsor ogni volta appositamente. Questo da spazio a delle cose diversissime, mai obbligatorie.

G) Che vuoldire avere i canali Stiletto Academy? Se organizzate un corso pubblico, io lo metto in calendario sul sito e lo promuovo nei social e nella StiLetter. Avrete la vostra pagina profilo sul sito, per chi voglia verificare e conoscervi, con una descrizione delle vostre particolarità, dato che c’è chi fa danza, yoga, o danza del ventre ed avrà un approccio ai tacchi diverso dal mio. E questo mi piace molto. Ogni volta he verrò intervistata parlerò della scuderia delle coach, presenti in tale e tale regione, perché non si fa mai niente da soli. Le foto dei vostri eventi verranno pubblicate su Instagram, facebook e Twitter, se me le inviate. Dopo un periodo di prova, potrete avere accesso ai social Stiletto Academy per pubblicare da sole, seguendo le linee guida. Non sarà obbligatorio, lo fate solo se volete. A me fa piacere mostrare a tutti cosa succede da voi, e le cose belle che fate. Se avate un trafiletto o un’intervista sulla stampa o in un sito o blog, io lo metto in rassegna stampa delle Coach, e gli do visibilità su tutti i canali disponibili.

H) Che cos’è il rapporto trimestrale? Una mail dove mi scrivete gli eventi che avete fatto, quante ragazze c’erano, se ci sono stati dei problemi che bisogna risolvere, e il budget. Sul budget non avrò mai delle percentuali, ma ho curiosità di sapere quanto fattura l’insieme. Ho curiosità di sapere quanto lavoro crea Stiletto Academy. E se non siete soddisfatte o avete difficoltà, ne parleremo insieme.

press2

Cosa mi aspetto da questa nuova iniziativa?

Se riesco a trovare anche solo 5 ragazze adatte, lo considererei un successo. Non cerco di trovare o creare dei cloni, ma ci vogliono comunque delle doti particolari (ho detto particolari, non rare) per fare il mio lavoro: saper parlare in pubblico e tenere alta l’attenzione, dato che un workshop è anche una performance, aver studiato i libri di podologia e posturologia che vi indicherò per essere preparate tecnicamente, saper gestire l’attività sotto molti punti di vista (anche se serve solo uno smartphone), e soprattutto molta passione per le donne e per la femminilità. Gli eventi sono “gallinai” e si crea sempre un’atmosfera molto bella. Dovrete essere capaci di crearla. Sarete delle ambasciatrici di femminilità e autostima. Stiletto Academy è questo.

press1

Perché lo faccio?

Perché non posso essere ovunque, mentre continuo a ricevere richieste di eventi in città molto lontane e io vorrei affidarli a qualcuno di fidato e competente, dato che viene chiesto a me e non ad altre.

Perché se mi devono copiare, preferisco insegnarlo io e che lavoriamo insieme.

Perché mi sono innamorata, e questo comporta delle conseguenze per le quali mi devo organizzare.

Ecco perché vendo Lucio e il mio Loff a Parigi, ecco perché attribuirò delle licenze Stiletto Academy, ecco perché venderò gran parte delle mie cose in un banchetto vintage al Mercantile del 19 ottobre a Livorno.

La vita va avanti, io continuerò con il mio tour primaverile in Italia e con gli eventi di settembre e ottobre tipo il MICAM, ma il resto dell’anno lo passerò ad organizzare il tutto dalla casa sulla Sierra, facendo delle bellissime passeggiate con il mio uomo ed il nostro cane.

Cheers.

VeroyCalo



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


Diventa Official Coach Stiletto Academy

Il 2015 sarà speciale per Stiletto Academy perché, dopo moltissime richieste che serbo in stand-by, finalmente mi sono decisa: farò dei corsi intensivi atti a ottenere una licenza d’abilitazione ad insegnare con il mio metodo e soprattutto sotto il bollino e comunicazioni Stiletto Academy. Metto su famiglia.
I corsi dureranno più giorni, e per partecipare bisogna mandare una candidatura dopo aver superato i tre colloqui di selezione con me. I primi due possono essere via Skype, ma il terzo di persona.stilettoacademy

Le Stiletto Coach potranno insegnare nella loro struttura se ne hanno una (palestra o scuola di danza, Atelier di spose), oppure organizzare workshop per conto proprio, pubblicati nel calendario ufficiale del sito, e ognuna avrà la propria pagina di profilo sul sito ufficiale Stiletto Academy con bio, competenze, l’approccio specifico ai tacchi (siamo tutte diverse!) e la zona dove svolge i corsi.

Le Stiletto Coach potranno anche ricevere lavoro da parte mia, se un cliente mi chiede un workshop che non posso realizzare personalmente perché troppo lontana, o impegnata in unaltro evento. Io continuerò con i Tour, i corsi personali e gli eventi vari come sempre, ma si aggiungerà una scuderia di Coach selezionate e formate personale e ferreamente da me.

In questi anni ho ricevuto moltissime richieste, adesso è arrivato il momento.
Dopo le selezioni, la formazione che si svolgerà a febbraio vi renderà indipendenti all’insegnamento, sotto l’ala Stiletto Academy e seguendo le sue linee editoriali di comunicazione, estetiche e di comportamento.
Verrà rilasciato un kit per l’insegnamento, ed il manuale pratico della Stiletto Coach.
Potrete e dovrete, inoltre, presentare un rapporto trimestrale a me, e sarò disponibile sempre via whatsapp, mail o telefono, per sciogliere ogni dubbio inerente all’organizzazione di un vostro workshop, a come affrontare un cliente spinoso, una situazione particolare, ed avrete il mio supporto per i clienti insolventi (si, succede, e si, io sono spietata nel difendere i diritti di Stiletto Academy, come avrete visto nella mia lettera aperta alla Direttrice di IO Donna).

La Licenza per poter far parte e sfruttare la forza ed i canali di comunicazione Stiletto Academy per un anno varierà a seconda della tipologia di attività che si vuole svolgere, e sarà limitata geograficamente per tutelare le altre Coach. Cercherò inoltre di selezionare solo una coach per regione, a meno che non ci siano due città importanti di riferimento diverse per ognuna.
Ogni anno ci saranno corsi di approfondimento obbligatori per rinnovare la licenza.
Verrà fatta firmare una clausola di non concorrenza valida 20 anni, con penali anche per la trasmissione a terzi.

Official Coach

Quest’inverno scriverò il corso e preparerò tutti gli interventi più la costituzione del kit (tubino rosso, stiletti nude, beauty case, mini videoproiettore, mini casse con microfono e mixer, tappeto rosso portatile, palette dei voti, gadgettistica, etc) il tutto dentro una valigetta su misura Stiletto Academy. Sto cercando dei partner per sponsorizzare il kit, in modo che costi di meno. Sapete, come me, che il beauty case sarà uno spettacolo. Ve ne parlerò via via che stringo accordi con i brand.

CoachKit

Le coach faranno parte di alcune collaborazioni con gli sponsor di Stiletto Academy, da concordare volta per volta, per iniziative nazionali (si: vi potrà capitare di ricevere scarpine in regalo come me, e tanti altri prodotti) e parteciperete insieme a me alla data del Tour Nazionale più vicina a voi.

Il mio lavoro è complesso, ho studiato molto e mi sono esercitata sul campo per quattro anni.
Adesso ci sono ragazze che mi copiano e male, facendolo di proposito come hanno raccontato a conoscenze comuni, e copincollando frasi del mio libro come abbiamo visto quest’estate. Questi episodi mi rendono triste perché il mio lavoro è una cosa molto seria e complessa e se qualcuno copia male lo sminuisce, perde valore. Io non voglio che un workshop sui tacchi faccia el male alle partecipanti, ho visto troppi programmi TV dove la gente non sa camminare, ho letto dei libri che esortano ad andare in ufficio con le décolletées killer che rovinano i piedi, nessuno racconta cosa fanno i tacchi ai piedi né spiega le patologie veicolate dai tacchi prima di un corso per evitare danni irreversibili e portarli con cognizione di causa come faccio io nei miei workshop e libri.
Ecco perché mi sono decisa.
Se mi volete copiare, tanto vale che ve lo insegni per bene e che lavoriamo insieme, no?
L’unione fa la forza, inutile stare a farsi la guerra.
Io non sono onnipresente, e molte di voi farebbero delle ottime Stiletto Coach :-)

Fatevi sotto, pulzelle.
Le candidature sono aperte fino a dicembre.

Ecco come fare:
Scrivete a: info@stilettoacademy.com
– Oggetto della mail TASSATIVAMENTE: Candidatura Stiletto Coach
– Testo motivazionale di 3000 battute nel corpo della mail. NON DI PIù, controllate con le statistiche di Word.
– CV che faccia vedere solo le cose inerenti (a vostro avviso) a diventare Coach e il vostro carattere, la vostra intraprendenza.
– Sono gradite inoltre: abilità grafiche, foto, video (montaggio), ascolto e capacità di ispirare le donne, di aiutarle a ritrovare se stesse. Se avete degli account social gettonati, ditelo perché vi serviranno. Essere brave a parlare in pubblico è importante, un workshop è anche una performance.
– Foto del viso e corpo intero sui tacchi.
– Foto della vostra scarpiera.
– Se ve la sentite, pure un video di max 3 minuti (mandate il link youtube, il video puo essere non listato cosi non ve lo sgama nessuno)

È inoltre obbligatorio avere un regime fiscale definito come una P. IVA, ma potete cominciare sfruttando la ritenuta d’acconto (fino a 5.000€/anno) per cominciare. Non si lavora senza contratto, mai. Impareremo anche come discutere un contratto, come negoziare e come farsi rispettare.

Non importa la vostra taglia, è indifferente. Le donne con le quali lavoreremo sono donne normali e Stiletto Academy promuove la naturalezza delle curve. Le magre e alte però non sono escluse (son mica razzista!).

Vorrei che sia chiaro che non sarà possibile vivere soltanto di Stiletto Academy, ma che se siete brave ed organizzate, potrà diventare una realtà.
Io ho fatto i miei workshop per 2 anni in parallelo con il mio lavoro durante la fase startup, non è facile, non è una passeggiata, ma non è manco impossibile.

In bocca al lupo, galline.
“Se non ci provi, non lo scoprirai mai”
E io sarò la vostra chioccia.

AGGIORNAMENTO

Il corso e la licenza avranno un costo annuo, con aggiornamenti per il rinnovo. A seconda della licenza scelta, potrete organizzare tutti i corsi a pagamento o sponsorizzati che volete, senza limiti, scegliendo le vostre tariffe autonomamente e beneficiando della pubblicazione nei social Stieltto Academy e sul sito. La licenza prevede che voi guadagnate da sole dai corsi che orgnanizzerete, ma non è gratuita. La licenza costerà intorno ai 1500€ e farò in modo di trovare un ente che vi permetta di pagarla a rate, per alleggerirvi.

IMPORTANTE: non chiedetemi l’amicizia su Facebook perché rifiuterò, lo uso solo con famiglia e amici anche se potete cliccare “follow” e ricevere gli aggiornament pubblici. Ho anche due pagine: Spora e Stiletto Academy, alle quali potete inviare dei messaggi se la mail ufficiale dello sporablog, o quella Stiletto Academy non fossero sufficienti.
Grazie di rispettare la mia vita privata.



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


Lucio lo Sporawagon è in vendita

Lucio  OUT

Lucio è il mio bambino, ma è arrivata l’ora di separarci.

Non ho preso la patente, è un dato di fatto. A me l’esame con le crocette mi mette ansia, che vi devo dire.
Abbiamo vissuto delel belle avventure, con gli autisti sporadici che reclutavo fra amici e followers.
Abbiamo viaggiato un po’ per tutta l’Italia, e anche dalla Francia a qui.
Ci ho dormito, ci ho fatto anche di più con più autisti diversi, ed è stato “testato” anche da un mio fan con la sua ragazza, adesso amico, che lo racconta in questo simpaticissimo post sul suo blog.

Lucio è stato protagonista di un aperitivo in Piazza Risorgimento a Milano, selvaggiamente parcheggiato sul piazzale a portellone aperto, con amici e simpatizzanti che arrivavano, salivano, gli portavano bottiglie e regalini col SUO nome sopra.
Lucio è andato alla BlogFest l’anno scorso a Rimini, e si è divertito parecchio. A bordo aveva persino un Kitchen Aid e una consistente quantità di saké.

Lucio è un figo. Io gli voglio un gran bene.

after

Lucio ha molte ferite di guerra, tutte fatte dagli autisti.
– Una strisciatina alla colonna del Westin Milan fatta dal parcheggiatore (l’avrei ammazzato)
– Una strisciata nerissima di specchietto di spider Mercedes fatta dalla Snob (specchietto illeso dopo l’incidente, sono scesa a controllare altrimenti lasciavo un bigliettino col mio numero)
– Una bella strisciata profonda fatta da un autista figo al casello di Parma (perdoniamolo, aveva delle Grandi Qualità)
E ce ne saranno altre, di ferite, perché Lucio è un tipo d’azione.

E poi, oh, Lucio è grosso, fa 5,64m.
Però si guida con la patente B normale, e lo possono guidare pure i neopatentati perché Lucio è un tipo prudente, non va a 130.

Ci ho lavorato sodo, per due mesi con le mie manine e il seghetto alternativo. Un freddo bestiale, anche di notte.
C’è persino il mio sangue in quel compensato canadese.

Lucio_ BEFORE

Lucio_Inizio
Lucio_Legname
Lucio_1
Lucio_5
Lucio_4
Lucio_3
Lucio_6
Lucio_7
Lucio parte alla prima anche se è stato fermo da molto, non ti delude mai.
Lucio beve solo gasolio ma con moderazione.
Lucio va regolarmente dal dottore e gode di ottima salute. L’ultima volta, due mesi fa, ha cambiato la marmitta e fatto altre quisquiglie per 500€ (te possino!).
Lucio è discreto ma racchiude un universo favoloso che si presta a feste, riunioni, notti pazze, cene, eventi, DJset.
Ha un tavolo, dei fornelli, un lavandino, un armadio, delle cassepanche, degli scomparti segreti e persino un WC. E un lettino fatto su misura con dei cuscini broccati, tutti in toni di grigio.

Lucio_Fine

Perché lo vendo?
Perché non lo uso, perché la vita va avanti e perché lui deve seguire una strada di avventure con qualcun altro.
Non sopporto vederlo li fermo, si annoia.
Lucio ha bisogno di stare su strada, di fare eventi, di avere sempre gente a bordo.

Lucio_ONtheroad
Sono triste di separarmene e lo affiderò solo a qualcuno che gli voglia bene quanto gliene voglio io. O di più.

Quanto costa Lucio?
Lucio per me non ha prezzo, ma il mercato ha bisogno di numeri, quindi eccoci qua: 5.000€ col gancio.
Non scrivetemi se non siete davvero interessati, che il Lucio è sensibile!

Grazie Lucio, spero che troveremo una bella famiglia per te, con tante nuove avventure.
Intanto facciamo il bagnetto :-)



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


cinque chili in più, signore mie

Quando ingrasso non me ne accorgo mai, non sento che mi cambi il corpo.
Al limite mi sento più morbidosa, e mi piace molto.

La gente invece lo nota. Alcuni te lo dicono, ma sono di meno di quelli che te lo fanno capire DOPO. Ossia quelli dei: “Ah, ma come sei dimagrita, stai beniiiiiissimoooo!”
Come se l’essere dimagrita sia segno di ritorno ad una sorta di standardizzata “normalità”.
WTF?

 

W H A T    T H E    F U C K

 

rosso1
Sono però paritaria del non-obesa. L’obesità ti stronca la salute e in più ti muovi parecchio male, a mio umile avviso.

L’essere morbide e in forma non mi pare invece una cosa grave, anzi. Non capisco perché ci chiamino “curvi” se siamo perfettamente normali. A me piace e mi sento molto bene. Cioè, parliamone: ho le tette. Altro che gli addominali a quadretti di cioccolato, che cosa assurda per una donna, e non mi piacciono per niente. Ma, si sa, son gusti. E i gusti sono personali quindi va bene tutto.

Io, per quanto mi riguarda, ho sempre quei 3 chili in più rispetto a quella famigerata soglia dello sguardo della gente che ti fa capire che non sei magra secondo “normalità” (spariamo tutte insieme l’ennesimo WTF). E voglio tornare così.

rosso3
Ma in Argentina sono andata oltre i mie 3 chiletti. Ne ho aggiunti altri 5. CINQUE in più i tre della ciccina bellina.
Insomma, galline mie, ho la panza e le coscione. E la cosa non mi sembra più così divertente perché mentre cammino mi si toccano ed è fastidioso. Per non parlare della cellulite con l’aspetto a buccia d’arancia. Orribile se non ci stai attenta con i trattamenti giusti. E io, chevelodicoaffare, sono stata via due mesi.
Poi vi vengono le cosiddette “ali” dietro, sotto l’elastico del reggiseno. Ancche quelle le sento scomode, sul nascere. No no no.
Basta.
L’Estetista Cinica mi internerà per 2 settimane full immersion, me lo sento.
Ho già prenotato, inutile stare a discutere.

Quando hai cinque chili in più, li senti mentre ti muovi ed è fastidioso. Almeno per me è così. Poi, oh, la soglia del sentirsi scomode è molto probabilmente legata all’unicità di ogni persona, quindi del tutto relativa. Ma, tant’è, io mi sento scomoda.

Per fare una prova mi sono voluta infilare nel tubino rosso degli eventi e mi stava lo stesso (e grazie: è leggermente elasticizzato e si adatta), quindi lo metterò mercoledì come se niente fosse. Ma credetemi, sono super curviciccy  adesso.
In Argentina adorano le curvone culone un po’ passate, quindi ero una figa.
Paese che vai… Pensate che le tip e si fanno iniettare il metacrilato nelle mele per farle gonfiare in un modo orrido, sembrano palloni. E gli uomini adorano.
Mah.
Il mio fidanzato è pro-culo, e la cosa mi rincuora moltissimo perché io amo i miei 3 kg in più e chi in passato mi dava della cicciona per gli stessi chiletti si deve pigliare la dissenteria.
Anche se arrivata al 4°-5° kg, il Calo mi fa:
“Pitufina ti s’è un po’ allargato l’equatore con tutto quel Dulce de Leche”
Romanticissimo, n’est-ce pas?

rosso4

Morale della favola: ora peso 61 chili. SESSANTUNO.
Prima di partire ne pesavo 55, come nelle foto che illustrano questo post.
FERMI TUTTI: (61-55…= 6!!!)
SEI!
OK, facciamo fronte.
Sono alta 1,62 e mentre cammino mi si toccano le cosce.
Non è una cosa grave, ma voglio perderli e tornare alle mie curve più comode da gestire e da sentire.

La panza, poi, è brutta se strabuzza. Va bene il pancino carino, il sexy tummy. Ma il lardo alla panza non è sexy, quindi basta. Sai quando comincia a uscire dai pantaloni? Ma che brutto, dai. A me non fa ridere.
Adesso non venite a dirmi aaah Spora esorti le ragazze all’anoressia. Non diciamo cavolate per piacere, io sono pro curve, ma anche pro corpi belli, non sfatti.

Se penso a quella srafiga della Iris Tinunin, per esempio, che è super curvy e soda, io impazzisco. La trovo bellissima. Ma credo che non sia da tutte potersi permettere di essere curvone e sode.
E siccome sono troppo pigra per fare esercizio, vado nel centro medico estetico e mi faccio coccolare.
E cammino un po’. Stop.

rosso2 Ho cominciato il regime dell’Estetista Cinica, oggi ho fatto una passeggiata al mare e mi sono fermata alla Coop per prendere il Total 0% per fare merenda. L’ho trovato al 2% ma andava ancora bene per il calcolo degli zuccheri giornaliero e sono stata talmente brava a non comprare altro che sono uscita felice e me lo sono mangiato dopo un po’, sul mare, a temperatura ambiente.

Alla Coop ho anche comprato un rotolo di pellicola trasparente per impacchettarmi le cosce in pieno stile salame o Pomodori verdi fritti, con una crema anticellulite che brucia da matti e non manda via la cellulite ma rende la pelle parecchio più morbida e comunque infagottandomi mi sento che sto facendo qualcosa perché un po’ ho paura della Cristina quando mi vedrà culo e panza all’aria martedì pomeriggio a Milano per le foto prima del trattamento. Sono certa che mi farà un Riducella ed è un bene, perché quella roba ti fa sputare dai pori una o due taglie di liquidi e tossine, è una figata totale.

Colgo l’occasione per ricordarvi dell’evento di mercoledi. Non perdetevelo perché ci saranno dei regalini fighissimi e carissimi, siate furbe.

STILETTICINICI FB

Prenotazione obbligatoria scrivendo a estetistacinica@bellavera.it (non com!)

Adesso immaginatemi alla cassa del super con il Total, la pellicola, un Marvis grosso alla cannella e un mini bagno schiuma profumato (sai, fanno allegria i profumini dolciastri e fruttati quando fai una dieta, soprattutto se low carb quindi senza frutta).
Vicino alle casse ho visto dei chewing gum ai mirtilli senza zucchero e mi sono detta “figata così mangio un dolcetto senza ingrassare!”.
Col cavolo. Guardo i carboidrati totali nell’etichetta: 89.  Che moltiplicati x 4 mandano all’aria i 100gr di carbs ammessi al giorno nel Regime #MagreCiniche. Leggete il PDF e capirete.
Siamo tutti scemi a comprare le cose solo perché c’è scritto “senza zucchero”, ve lo dico.

Inchiniamoci all’Estetista Cinica e viva il suo Regime (nel senso di Regno Incontestato, cela va de soi).



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


L’Estetista Cinica meets Stiletto Academy

STILETTICINICI FBBando alle ciance, sono le tre del mattino e, in pieno jetlag fancazzista, non sapevo come aggiornare il blog. E non è che non so cosa scrivere, è che quel che mi viene da scrivere sono una sfilza infinita di smielanze per il mio fidanzato. Converrete che non gliene frega nulla a nessuno, ed è giusto così.

Quindi, per non cadere nel pucci-puccismo, parliamo delle cose serie: l’evento con l’Estetista Cinica per il suo primo compleanno.
Mercoledi prossimo ossia il 24, alle ore 18 a Milano da W, scoprirete l’Estetista Cinica in carne e camice, per un evento dedicato interamente alle gambe e ai piedi. Sui tacchi ma anche senza. Lei vi spiegherà perché esiste la malefica cellulite in modo che possiate capire come combatterla, anche grazie al regime #MagreCiniche appositmente pubblicato prima e che potete scaricare nel PDF. Non avete scuse.

Ci saremo anche io e i miei 5 kg in più presi con tanto impegno a forza di dulce de leche in Argentina. Io e i miei nuovi 5kg ci amiamo moltissimo ma credo che fra un paio di mesi il nostro idillio sarà completamente svanito, insieme a loro.

L’evento sarà quello Stiletto Academy mixato ai consigli di Cristina aka Estetista Cinica, e finiamo in bellezza con un cocktail.
Ci saranno tante sorprese tipo le magliettine nuove, le calamite da frigo e le vignette adesive.
Tutto free, cela va de soi.
Ci si prenota per di qua: estetistacinica@bellavera.com e potete mettere un partecipo qui ed invitare chi volete.

EstetistaCinica6
L’Estetista Cinica



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////


sono tornata

Ho passato l’estate in Argentina, ma il mio viaggio è stato più lontano.
Sul volo di ritorno ho guardato 4 film di fila e mi sono persa per un pelo il finale di Saving Mr Banks.

Qualcuno me lo racconta?
Sono rimasta a quando la Travers scende dal taxi per la Prima del film.

mary-poppins-foto-dal-film-07

Per il resto tutto bene.
Benissimo, grazie :-)



I commenti sono moderati. Li approvo ogni volta che mi connetto. Grazie della comprensione.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////